sguardi-di-confine-logo

Rarità, versioni live, interpretazioni di vari artisti. Questo e tanto altro è “Ahi Maria 40th”, l’album che racchiude la raccolta definitiva di Rino Gaetano a 40 anni dall’uscita di “Resta vile maschio, dove vai?”, al cui interno fece il suo debutto proprio la celebre “Ahi Maria”.

Un quadruplo cofanetto – svettato già in testa alle classifiche – che raccoglie tutta la carriera del cantautore grazie a Sony Music Legacy, con tracce rimasterizzate in 192KHz/24bit.

Ahi Maria 40th Rino Gaetano

Ahi Maria 40th” è disponibile in due versioni: 4 CD hardcover book con libretto di 40 pagine, e 2 LP. La versione in CD è accompagnata da un booklet di 40 pagine in cui è racchiuso un inedito ritratto dell’artista scritto con l’aiuto della famiglia Gaetano (la sorella Anna e i nipoti Alessandro e Maurizio), dei discografici e degli amici del cantautore, Pierluigi Germini e Silvana Casato.

Come commenta ora Paolo Maiorino – direttore Catalogo Sony Legacy – il debutto al primo posto della classifica vinili di Ahi Maria 40th “conforta nella convinzione che la figura di Rino Gaetano sia sempre più un solido punto di riferimento per i fans di allora e per le nuove generazioni. La musica d’autore evidentemente preserva un motivo d’interesse anche nel mercato attuale e questa è una gran bella notizia”.

Con una linea politica chiara – era iscritto al partito Comunista – Rino Gaetano voleva però evitare le etichette. Come racconta il libretto che accompagna il nuovo cd, infatti, “non poteva essere definito comunista convinto, gli piaceva invece poter esprimere la sua opinione al di là dei convincimenti ideologici, nella piena libertà di dire quello che pensava”.

Scomparso nel 1981 a soli 31 anni a causa di un incidente stradale, oggi Rino Gaetano rivive più che mai. E a portare in vita la sua musica, all’interno di “Ahi Maria 40th” ci sono anche cover di Giusy Ferreri, Daniele Silvestri, Gianluca Grignani, Simone Cristicchi, Fabrizio Moro e P.F.M. Oltre a una vera e propria chicca: un demo molto grezzo e mai sentito prima proprio di “Ahi Maria”. Questo brano, spesso considerato una canzone d’amore, è invece un inno alla madre di Rino Gaetano che non sarebbe potuta essere rimpiazzata nemmeno “dalla bionda in tutù” che gli portava il caffè a letto, come recita il testo stesso.

E allora lasciamoci ispirare dalle rime di Rino Gaetano e la sua celebra Ahi Maria…

Testo Canzone Ahi Maria di Rino Gaetano

E quando tramonta il sol

Una canzone d’amor

Da Baja a Salvador

Oh Maria, per te canterò

Da quando sei andata via

Da quando non ci sei più

Da quando la pasta scotta non la mangio più

Ahi Maria, chi mi manca sei tu

La mattina mi alzo tardi

E dormo finchè mi va

E il caffè me lo portan a letto

Due bionde in tutù

Ahi Maria, chi mi manca sei tu

La notte vado a ballare

Per cancellare i sogni miei

Da qualche tempo ho più donne del dj

Ahi Maria, ma tu non ci sei

E questo sapore strano

Che è fatto di libertà

Mi dice che oggi qualcosa è cambiato in me

Ahi Maria, non sei più con me

E quando tramonta il sol

Una canzone d’amor

Da Baja a Salvador

Oh Maria, canterò

Ahi Maria, por ti cantarè

L’acqua mi fa un po’ male

La birra mi gonfia un po’

Vado avanti tristemente a champagne e bon-bon

Ahi maria, mi manca il tuo amor

Il mio caimano nero

Piangendo mi confidò

Che non approvava il progetto del metrò

Ahi Maria, da te tornerò

L’himalaia era lontano

L’ascensore lì non c’è

Ma il vecchio saggio indiano ha predetto che

Ahi Maria, ritorni da me

Sebbene ho più soldi in tasca

E donne ne ho troppe ormai

Sebbene il tuo cane fuori non porto più

Ahi Maria, chi mi manca sei tu

E quando tramonta il sol

Una canzone d’amor

Da Baja a Salvador

Oh Maria canterò

Ahi Maria, por ti cantarè

C’era una donna a Baja

S’ubriacava di noia e sakè

Sotto una vecchia sequoia

Ballava il samba e cantava per me

Un presentatore alla radio

In un armadio provava il suo show

Teneva un quiz a puntate

E chiuso tutta l’estate restò

Il caimano distratto

Imitava il gatto e faceva bau bau

Perchè studiava le lingue

E voleva alle cinque il suo tè

Mi disse un vecchio fachiro

Tu non sei un emiro in gilet

Mi consigliò senza imbroglio

Di non bere petrolio alle tre

C’era una donna a Baja

S’ubriacava di noia e sakè

Sotto una vecchia sequoia

Ballava il samba e cantava per me

Un presentatore alla radio

In un armadio provava il suo show

Il caimano distratto

Imitava il gatto

Imitava il gatto e faceva mao

Imitava il gatto

Il caimano distratto

C’era una donna a Baja

Una vecchia signora

Un presentatore alla radio

Un vecchio fachiro

Un vecchio fachiro

Un ricco emiro

Che faceva bang bang

Sotto il gilet

Un’eco del sud

Un’eco del sud

Il caimano distratto

Che faceva il gatto

Sembrava un matto

Ahi Maria

Ahi Maria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *