È uscito il nuovo album del cantautore Lino Pinna, Altamente Digeribile”, disponibile da febbraio in tutti i principali digital store. Il titolo e il sottotitolo (10 brani freschi selezionati con cura) introducono uno stile fresco, unico e godibile, che concilia la profondità dei testi alle sonorità orecchiabili e di forte impatto.

L’artista, che ha curato anche arrangiamenti e produzione, gioca in modo fantasioso con generi e atmosfere, spaziando dall’elettronico all’acustico, dal latino al rap.

Fortemente ironico verso le contraddizioni della società moderna, ma profondamente affascinato dalla vita nei suoi aspetti più umani e spirituali, Lino Pinna canta il nostro tempo con voce limpida e solare, offrendo al contempo spunti di riflessione e divertimento.

Cantautore dell’altomilanese, è stato finalista a Castrocaro e al Premio World Music Andrea Parodi. Ha lavorato in passato per le etichette Polygram e Peer Music, ha collaborato con Cheope Mogol e Lavezzi.

Erede di cantautori creativi e graffianti come Gaber, Battiato, Sergio Caputo, Rino Gaetano, Edoardo Bennato, Daniele Silvestri e Caparezza, si distingue per il suo stile originale, giocando in modo fantasioso con sonorità e atmosfere.

I suoi testi raccontano in modo ironico e sottile i problemi e le nevrosi del mondo contemporaneo, ma c’è anche spazio per un’intensa spiritualità, vista come la sola strada possibile alla risoluzione dei conflitti (“Lo sai che non può esistere un mondo ideale, l’unica rivoluzione è quella spirituale” cit. Il Popolo Ha Bisogno).

Altamente digeribile album Lino Pinna

“Io non mi diverto mai”, il brano di Lino Pinna, in Altamente Dirigeribile, dedicato alla società attuale

«Nella nostra attuale società – spiega Lino – sempre più consumistica, superficiale, materialista, xenofoba, “virtuale” e attaccata al denaro, viene da chiedersi: “Come mai io non mi diverto mai?“».

«La risposta è molto semplice – aggiunge il cantautore – proprio perché si è convinti che sono le cose, gli oggetti e la libertà di fare tutto quello che vogliamo, anche a scapito altrui, a renderci felici. Siamo ingordi di appagamenti illusori, continuiamo a pretendere di avere anziché cercare di essere».

Così, in questo brano, con il suo stile canzonatorio e volutamente ironico, Lino Pinna elenca come in una filastrocca tutto ciò che riempie la nostra quotidianità, spesso in modo isterico e compulsivo (…puoi avere tanti amici che vanno pazzi per te, postare tutti i giorni foto caste ed osè, puoi fare quattro passi, eliminare i grassi, respingere immigrati, bruciare i carboidrati, puoi metterti in pigiama, tradire chi ti ama, picchiare i professori oppure i genitori… Puoi fare tutto quello che vuoi, e allora come mai non ti diverti mai?).

Testo di “Io Non Mi Diverto Mai”

Come mai io non mi diverto mai?

Come mai tu non ti diverti mai?

Come mai non ci divertiamo mai?

Puoi andare a mille all’ora con l’autòmobilè, olè olè – olè olè

Puoi càmbiare gli accenti a tutte le parolè, ye ye ye – ye ye ye

Puoi avere 40 anni e stare ancora coi tuoi, ohi ohi ohi – ohi ohi ohi

Puoi mangiare col sushi e coltivare bonsai, ahi ahi ahi ahi – ahi ahi ahi ahi

Puoi fare tutto quello che vuoi, e allora come mai non ti diverti mai?

Come mai io non mi diverto mai?…

Puoi avere tanti amici che van pazzi per te, olè olè – olè olè

Postare tutti i giorni foto caste ed osè, ye ye ye – ye ye ye

Puoi fare quattro passi, eliminare i grassi / respingere immigrati, bruciare i carboidrati

Cambiar le carte in tavola, cambiare religioni / puoi prendere una Bufala o una 4 Stagioni

Puoi metterti in pigiama, tradire chi ti ama / picchiare i professori oppure i genitori

Puoi vincere concorsi, iscriverti a dei corsi / puoi stare con Maria che ti fa compagnia

Capire cos’è utile, non tollerare il glutine / uscire dalla crisi, puoi fare il boom con l’Isis

Puoi fare lo scienziato, brillante e intelligente / puoi fare le valige, cambiare continente

Come mai io non mi diverto mai?…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *