sguardi-di-confine-logo

 

Micol Candiani

 

 

Mi chiamo Micol e vi dirò una cosa che dico sempre e subito di me: sono innamorata del Mondo. Sono nata nel 1988, un’annata che mi ricorda, con i suoi due otto simili all’infinito, la varietà senza fine delle emozioni che il nostro pianeta ci sfrega sulla pelle ogni giorno. Adoro, indiscutibilmente, viaggiare. Viaggiare come chi è curioso, chi non teme di avvicinarsi agli altri, chi gioisce per la diversità – che è bellezza indescrivibile – dei volti, degli sguardi, delle parole udite come una fiaba. Ho avuto la fortuna di nascere in una famiglia di esploratori del Mondo ed è forse per questo che mi sento come un albero che cammina sulle proprie radici. Mi sono laureata in due lingue pazzesche, non ci crederete: Russo e Arabo, a Milano. Poi sono volata in Regno Unito in una cittadina favolosa chiamata Durham, con un fiume circondato da milioni di foglie gialle e rosse in autunno e dominata da un castello di pietra. Qui ho studiato e imparato a vivere ancora di più in un universo incantato a forma di giovane, parlando lingue, assaggiando cucine, capendo ancora una volta come nessuno viene mai da troppo lontano per non incontrarsi. Oggi sono un’insegnante di lingue straniere e traduttrice perché adoro chi sa usare le parole sapientemente. Ma amo anche danzare, ritrarre, creare arte. Esistono due miei libri pubblicati: San Pietroburgo (Unicopli, 2016) e I Soprammari (Akea, 2016). Parlano di una Russia che c’era e di uno splendido mare chiamato Mediterraneo.

 

Seguimi su:     Logo_Facebook     Logo_SitoWeb