sguardi-di-confine-logo

In occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, vogliamo riflettere anche in rima. Così, oltre alle iniziative organizzate a livello nazionale di cui abbiamo già scritto, vi lasciamo oggi con una poesia di Angelo De Pascalis (spesso erroneamente attribuita ad Alda Merini). Perché tutte le donne devono ricordarsi di essere belle ma “solo per chi le sa guardare”. 

Sei bella. E non per quel filo di trucco

Sei bella.

E non per quel filo di trucco.

Sei bella per quanta vita ti è passata addosso,

per i sogni che hai dentro

e che non conosco.

Bella per tutte le volte che toccava a te,

ma avanti il prossimo.

Per le parole spese invano

e per quelle cercate lontano.

Per ogni lacrima scesa

e per quelle nascoste di notte

al chiaro di luna complice.

Per il sorriso che provi,

le attenzioni che non trovi,

per le emozioni che senti

e la speranza che inventi.

Sei bella semplicemente,

come un fiore raccolto in fretta,

come un dono inaspettato,

come uno sguardo rubato

o un abbraccio sentito.

Sei bella

e non importa che il mondo sappia,

sei bella davvero,

ma solo per chi ti sa guardare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *