Con il sostegno di COVO – Organizzazione Varesina di Orientamento e Cultura, prende il via questa settimana “Teniamoci Per Mano”, un’iniziativa di volontariato e solidarietà digitale.

Obiettivo del progetto, originato da giovani di Varese e dintorni, è creare una rete di volontari che offrano ripetizioni e aiuto nello studio per via telematica (tramite Skype, WhatsApp, Zoom o altre applicazioni) a un target compreso tra gli alunni degli ultimi anni delle scuole elementari e i ragazzi dei primi anni delle scuole secondarie superiori.

Si vuole offrire un sostegno concreto e solidale a una fascia di popolazione che in questa fase di grande stress emotivo vive peculiari difficoltà. Sarà garantito un aiuto nello svolgimento compiti, nell’apprendimento e nello studio a coloro che non riescono a stare al passo con la didattica online e non possono accedere a servizi di sostegno adeguati.

Tendere una mano e usare un approccio basato sull’empatia, insomma: l’ambizioso obiettivo è quello di creare una rete solidale che contribuisca a creare nuovi rapporti sociali a sostegno di bambini e ragazzi in un momento di difficoltà notevoli.

teiamoci per mano lezioni gratuite

Il servizio sarà offerto gratuitamente a tutti coloro che non ne abbiano la disponibilità economica. Agli utenti che, invece, ne avranno la possibilità, si chiederà di esprimere la donazione di una cifra minima (da 5€ in su per ogni ora di colloquio e/o “lezione”) a beneficio di una delle realtà impegnate sul territorio – varesino e non – per l’emergenza coronavirus, opportunamente selezionate dall’organizzazione.

Tra le altre, si potrà contribuire dunque alle cause di ASST Sette Laghi, Croce Rossa Italiana Varese, Emergency, Medici Senza Frontiere – Emergenza Pandemia, Protezione Civile, Sanità di Frontiera – Ambulatorio Mobile, Sulle Ali Onlus.

“L’idea è nata durante una riunione telematica, appunto, del gruppo di COVO” dice Andrea C., uno degli organizzatori del progetto. “Fra noi giovani si era fatta largo la necessità di portare un contributo nella pratica a questa emergenza, e abbiamo pensato di mettere le nostre competenze varie al servizio di bambini e ragazzi che potessero averne bisogno.”

Per maggiori info, e per organizzare i colloqui, si può scrivere a teniamocixmano@gmail.com oppure contattare Andrea (345 986 7695) o Francesca (346 638 1792).

teniamoci per mano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *