In occasione della Festa della Liberazione dell’Italia dal nazifascismo, 25 Aprile, proponiamo una poesia di Gianni Rodari, La Madre del Partigiano. Oltre a celebrare la Resistenza ricordiamo anche i 40anni dalla scomparsa (e cento dalla nascita) del celebre scrittore.

La madre del Partigiano, testo della poesia di Gianni Rodari

Sulla neve bianca bianca
c’è una macchia color vermiglio;
è il sangue, il sangue di mio figlio,
morto per la libertà.

Quando il sole la neve scioglie
un fiore rosso vedi spuntare:
o tu che passi, non lo strappare,
è il fiore della libertà.

Quando scesero i partigiani
a liberare le nostre case,
sui monti azzurri mio figlio rimase
a far la guardia alla libertà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *